Materiale di Semifinitura

Lastre in Gesso Fibrorinforzato

La nostra lastra in gesso fibrorinforzato è versatile per raggiungere gli standard più elevati, combina ottime caratteristiche a impagabili vantaggi. È una perfetta unione di fibra di legno e gesso. Inoltre, gli ulteriori additivi nel cuore ne permettono l’utilizzo dove sia richiesta resistenza all’umidita e/o al fuoco. Le caratteristiche, le prestazioni del prodotto ed i molti ineguagliabili vantaggi, derivanti dall’uso nei sistemi, confermano che nostra lastra in gesso fibrorinforzato è la soluzione migliore, sempre ed ovunque. È l’unica lastra ad elevata resistenza meccanica, sul mercato italiano, classificata secondo la Norma europea EN 520 come ≪D, F, H1, I, R≫: Densità maggiorata (>0,8 kg/dm³). Adatta ad applicazioni antincendio. Assorbimento d’acqua ridotto: meno del 5% in peso. Durezza superficiale elevata. Maggiore resistenza meccanica.

Caratteristiche principali:

  • Bassissimo assorbimento dell’umidità: tipo H1 = classe più elevata della EN520 ottimizzazione nella protezione di ambienti ad elevata umidità, quali bagni, cucine, ecc. bassa deformazione delle lastre in presenza di umidità
  • Durezza superficiale incrementata: fino al 70% superiore a quella delle lastre standard, e in gessofibra; la resistenza agli urti è garantita
  • Elevata resistenza a compressione e flessione: riduzione del rischio di danni in aree altamente sollecitate meccanicamente, come ospedali, aule scolastiche, corridoi, ecc; valori di resistenza all’estrazione di tasselli superiori fino al 30% rispetto al cartongesso standard. Il fissaggio di carichi elevati alle pareti non è più un problema
  • Elevata resistenza al taglio: ideale per l’impiego come elementi di irrigidimento dei telai in legno ed in sistemi antisismici.
  • Ideale per la protezione antincendio
  • Certificazione statica e controventatura: le lastre sono adatte per il supporto strutturale alla controventatura. Questa caratteristica è certificata presso gli Istituto DIBt (DE) e CERAM (UK)
  • Sistema di posa più efficiente; giunti di dilatazione da disporre ad una distanza di 15 metri e non di soli 8 o 10 m come per altri sistemi a secco.
  • Resistenza all’effrazione la lastra, grazie alle caratteristiche meccaniche, alla elevata densità e alle fibre di legno grantisce la resistenza all’effrazione fino alla Classe 2 (portoncini blindati): test Antieffrazione Classe 2 presso l’Istituto Giordano (Cert. N° 291343 del 25.01.2012)
  • Sicurezza delle pareti, antisismica e antisfondellamento: I sistemi Siniat sono gli unici al mondo ad essere validati e certificati contro un evento sismico per accelerazioni al suolo fino a 0,6 g (Università Federico II di Napoli RELUIS, certificato Dist 2010078-02). Ecosostenibilità: legno

Pannelli in Fibrocemento

I Pannelli in Fibrocemento porta intonaco sono prodotti da silicato di calcio rinforzato con cellulosa con cariche minerali che anche dal punto di vista ecologico, possono essere utilizzati nei sistemi costruttivi con intelaiatura in legno. La cellulosa necessaria per l’armatura delle lastre è ottenuta unicamente da legno dolce proveniente da boschi coltivati in modo sostenibile. Grazie a metodi di riciclaggio modernissimi ed efficienti, durante la produzione l’acqua viene costantemente riutilizzata in un circolo chiuso. Nel corso della produzione non vengono aggiunti materiali potenzialmente dannosi e quindi sono privi di fibre minerali, CFC e formaldeide. Quando vengono utilizzati per facciate intonacate ventilate i pannelli devono assorbire i carichi verticali del peso proprio e quelli orizzontali del vento e trasferirli alla sottostruttura. Misurazione e costruzione avvengono in base alla norma DIN 18516-1:1990-01 “Rivestimento di muri esterni, ventilati – requisiti, principi di prova”. Le lastre vengono anche utilizzate come lastre portanti e di rinforzo nelle costruzioni con carpenteria in legno e sono quindi prodotte come da omologazione Z-9.1-451 con controllo proprio e di terzi. Gli elevati standard qualitativi e la conformità con detta omologazione per l’edilizia sono documentati dal certificato di conformità.

Le proprietà meccaniche delle lastre in base all’omologazione di cui sopra si basano sulle misure secondo DIN 18516. Le resistenze vengono ridotte di un fattore di sicurezza uguale a 3. Isolamento termico: le facciate ventilate contribuiscono notevolmente all’isolamento termico in quanto tengono lontano dalla struttura isolata in legno il vento e l’umidità. La principale funzione protettiva della facciata è la protezione dell’edificio dalla pioggia, che deve essere garantita sia sulla superficie che in tutte le giunzioni come gli intradossi delle aperture, ecc. È dimostrato che la facciata ventilata con lastre porta intonaco protegge in modo affidabile le strutture in legno fino al livello massimo della norma DIN 4108-3: 1981-08. Oltre alla sollecitazione dovuta alla pioggia, nei muri esterni può prodursi della condensa a causa di diffusione o convezione del vapore. Questa umidità viene eliminata senza pericoli al livello di aerazione o drenaggio. Le facciate ventilate possono quindi essere abbinate a tutte le strutture in legno da quelle “permeabili alla diffusione” a quelle “impermeabili alla diffusione”. La notte è possibile che, a causa di un raffreddamento locale della facciata, sul lato posteriore delle lastre si formi della condensa dovuta all’umidità dell’aria sul piano di aerazione.

Anche questa umidità viene eliminata velocemente e non rappresenta un problema per le lastre di rinforzo porta intonaco che non sono sensibili all’umidità. In base alla norma DIN 4109:1989-11 par. 5, le pareti esterne devono prevedere un determinato isolamento acustico minimo a seconda della posizione dell’edificio. Finestre e struttura della parete vengono valutate congiuntamente. Di norma, nelle aree residenziali è sufficiente un isolamento dal rumore a diffusione aerea pari a R’w = 35 dB, ed è per questo che le nostre facciate ventilate contribuiscono positivamente all’isolamento acustico delle pareti esterne degli edifici in legno. Principali vantaggi del nostro prodotto sono i seguenti: non è necessario incollare i giunti delle Lastre, la nostra lastra dà buona prova di sé da oltre 25 anni inoltre è sottoposta a trattamento idrorepellente in fabbrica e può rimanere esposta agli agenti atmosferici senza intonacatura per 12 settimane. E’ costituita da un materiale non infiammabile A2 a norma DIN 4102-1 ha ottenuto omologazione generale per l’edilizia (Z-9.1-451) ha un indice di rigonfiamento del tutto trascurabile un coefficiente di dilatazione all’umidità pari al 0,1 %, un modulo di elasticità 6000 N/mm2 un valore ì pari a 17- 21, e un valore sd di 0,19m.

Materiale di Semifinitura